Norwegian-Krone-foto

Cos'è la corona norvegese (NOK)? – Definizione per principianti

La corona norvegese (NOK) è la valuta ufficiale della Norvegia ed è regolamentata e amministrata dalla Norges Bank, la banca centrale norvegese. La banca ha emesso un totale di otto serie, comprese nell'ottobre 2018 le cambiali con unità di SEK 50 e SEK 500. I consumatori possono continuare a utilizzare i precedenti set da 50 e 500 SEK fino al 18 ottobre 2019.

La corona norvegese, al plurale, è divisa in 100 øre. La parola krone è tradotta dalla parola inglese crown. Le monete sono disponibili in tagli da 1, 5, 10 e 20 corone e le banconote sono disponibili in tagli da 50, 100, 200, 500 e 1000 corone. Il codice valuta per NOK è "ISK" e il simbolo della valuta è "Kr".

La parte anteriore delle note di carta contiene immagini di famosi norvegesi come famosi ricercatori e artisti insieme a informazioni che mostrano il contributo di un particolare individuo alla cultura norvegese. Sul retro di ogni biglietto di carta c'è un pezzo d'arte norvegese. Ad esempio, le banconote da 50 corone hanno sfumature di verde, un ritratto di Peter Kristen Asbjørnsen, l'interpretazione di un artista del racconto di Asbjørnsen “Le notti d'estate a Krogskogen”.

Le basi della valuta norvegese

La corona norvegese è la valuta principale della Norvegia ed è regolata dalla banca centrale norvegese, Banca Norges. Il termine "krone" è un termine norvegese che significa "corona" in inglese. La corona è divisa in 100 minerali che sono stati utilizzati elettronicamente dal 2012.

I norvegesi pagano in contanti usando monete e banconote. Le monete sono disponibili in diversi tagli, come 1, 5, 10 e 20. Sono in circolazione banconote da 50, 100, 200, 500 e 1000. Le banconote contengono immagini di importanti norvegesi che hanno influenzato la storia del paese.

I norvegesi di spicco includono ricercatori e artisti e le note informano i loro contributi alla cultura del paese. Nel mercato dei cambi, la corona norvegese utilizza il codice NOK. La corona norvegese è la valuta più importante della Norvegia, utilizzata dai cittadini per pagare beni e servizi.

Gli utenti possono utilizzare corone e monete di carta. Le monete sono disponibili nei tagli da 1, 5, 10 e 20 e le banconote sono disponibili nei tagli da 50, 100, 200, 500 e 1000.

I tassi di interesse e i prezzi del petrolio in Norvegia sono influenzati dalle variazioni dei tassi di interesse e dei prezzi del petrolio.

La storia della corona

La prima circolazione della corona avvenne nel 1875 quando sostituì la speciedatore. Il tasso di cambio a quel tempo era di 4 corone per speciedatore. Dopo la transizione, la Norvegia si unì all'Unione monetaria scandinava, un'alleanza che durò fino allo scoppio della prima guerra mondiale. Durante l'esistenza dell'unione, la corona norvegese servì da gold standard utilizzando 1 chilo d'oro equivalente a 2.480 corone. L'uso delle corone norvegesi come gold standard cessò nel 1931.

Nel 1939, il paese la valuta era ancorata al dollaro statunitense (USD), ma quando fu occupata dalla Germania durante la seconda guerra mondiale fu ancorata al Reichsmark tedesco. Alla fine della guerra, questa valuta fu ancorata alla sterlina britannica (GBP). Nel 1992, la banca centrale si è allontanata da un tasso di cambio fisso e la valuta ha oscillato in base al tasso di cambio.

Fino al 1875, lo speciedaler norvegese era la valuta commerciale della Norvegia. Quando la Norvegia si unì all'Unione monetaria scandinava nel 1875, la valuta fu declassata a favore della corona. Altri membri includono Danimarca e Svezia.

Quando l'unione monetaria fu smantellata allo scoppio della prima guerra mondiale nel 1914, i paesi membri mantennero i loro nomi di valuta. La corona è stata utilizzata come gold standard dell'Unione monetaria scandinava e 1 kg di oro equivale a SEK 2.490. Lo standard terminò nel 1931, ma la Norvegia continuò a mantenere le sue riserve auree federali.

Durante l'occupazione tedesca, durata fino al 1945, una corona equivaleva al Reichsmark nazionale di 0,6. Dopo la guerra, la corona fu ancorata alla sterlina britannica con un tasso di 20 libbre per 1 sterlina. Nel 1992, la Banca centrale norvegese ha abbandonato il tasso di cambio fisso e ha adottato un tasso di cambio variabile a causa dell'aumento della speculazione sulle corone norvegesi all'inizio degli anni '90. La decisione è stata innescata da un aumento dei tassi di interesse sulla corona, che ha fatto perdere alla Norges Bank circa 2 miliardi di corone svedesi. La banca centrale norvegese continua a fluttuare i suoi tassi di cambio.

Impatto economico sul valore della Corona norvegese

Come per tutte le valute, le tendenze economiche causano fluttuazioni nel valore delle corone norvegesi. Gli investitori valutari possono cercare la corona norvegese quando l'euro (EUR) è incerto. L'aumento dell'attività nel commercio della corona norvegese potrebbe portare a un apprezzamento del tasso di cambio. Poiché la Norvegia è un importante esportatore di petrolio nell'Europa occidentale, le variazioni dei prezzi mondiali del greggio influiscono anche sul valore della corona norvegese.

Il trasporto marittimo, idroelettrico, la pesca e l'industria della Norvegia contribuiscono al prodotto interno lordo (PIL). Tuttavia, è interessante notare che molte industrie sono imprese statali. Storicamente, la corona è stata un investimento saggio poiché la Norvegia afferma di essere una delle economie più stabili d'Europa.

Esempi del mondo reale

La Norvegia è uno dei paesi più ricchi del mondo con il più alto tenore di vita. Secondo i dati della Banca Mondiale per il 2017, la Norvegia ha un'economia molto redditizia con un lento tasso di crescita della popolazione di 0,9% all'anno. Il tasso di crescita annuale del prodotto interno lordo (PIL) è 1,9% e il deflatore dell'inflazione è 3,8% all'anno.

Utilizzo della corona norvegese

La corona è utilizzata in tutta la Norvegia come valuta principale per pagare beni e servizi. I pagamenti sono accettati anche nei paesi limitrofi confinanti con la Norvegia, come Svezia e Finlandia.

La valuta norvegese è utilizzata anche nei famosi porti dei traghetti della Danimarca, Hirtshals e Frederikshavn. Lo shopping transfrontaliero è una pratica comune tra i norvegesi che acquistano cibo, alcol e tabacco in grandi quantità al confine. È un modo per risparmiare su tasse e commissioni elevate quando si acquistano questi prodotti a livello nazionale.

I norvegesi e i turisti che visitano la Norvegia possono ritirare le bollette presso gli sportelli automatici, comunemente noti come piccole banche sparse per il paese. Le carte di debito e di credito sono accettate in quasi tutti i negozi e ristoranti e possono essere utilizzate per il pagamento al posto dei contanti.

Alcuni negozi potrebbero richiedere ai clienti di utilizzare una carta di debito norvegese invece di una carta di debito internazionale per comodità. Inoltre, i clienti possono utilizzare l'app di pagamento mobile per pagare in dozzine di minimarket in tutto il paese.

Conclusione principale

  • La corona norvegese è la valuta ufficiale della Norvegia. Codice valuta – ISK, simbolo – kr.
  • Le monete sono disponibili in tagli da 1, 5, 10 e 20 corone e le banconote sono denominate in tagli da 50, 100, 200, 500 e 1000.
  • Il movimento Krone iniziò nel 1875.
  • Gli investitori Forex possono cercare Kroner quando l'euro è in dubbio.

Vedi i nostri altri articoli sul trading forex:

Ultimo aggiornamento il 14 marzo 2022 di André Witzel